recensione

Kena: Bridge of Spirits

Il primo titolo di Ember Lab, Kena: Bridge of Spirits non innova ma prende ispirazione dai grandi maestri dell'action/adveture.

Commento Finale

Seppur non aggiungendo nulla di nuovo nel genere, Kena: Bridge of Spirits è un pacchetto ben confezionato di azione, esplorazione e narrazione. Prende spunto senza però copiare dai punti di riferimento del genere, unendo meccaniche famigliari con alcune piccole idee originali. Se come gioco è estremamente valido, lo è ancora di più come opera artistica. Se The Last of Us: Parte 2 ha portato quasi a zero la differenza tra videogioco e cinema drammatico, Kena ha fatto lo stesso con quello di animazione. Un gioco incantevole, da giocare quanto da vedere e ascoltare.

Gameplay

Le meccaniche e le fondamenta di base del gioco

85

Tecnica

La grafica dal punto di vista tecnico

90

Arte

La direzione artistica, la storia e le musiche.

95

Offerta

Longevità e il valore del gioco

90

Non conosci il sistema di valutazione? Scopri il significato dei quattro voti leggendo qui!
svg icone