recensione

Death Stranding

L'ultima opera del maestro Hideo Kojima: Death Stranding è veramente il capolavoro di cui tutti parlano o un grande tonfo nell'acqua?

Commento Finale

Death Strading è un passo falso. Un gioco sepolto dalle ambizioni del suo stesso creatore e incapace di raggiungere appieno l'obiettivo prefissato. Un gameplay che alterna una componente simulativa raffinata a sezioni d'azione progettate male, scontri con i boss ridicoli e stealth inesistente. Una trama altezzosa e stupidamente complicata, che perde di valore a causa di una scrittura scadente e personaggi di contorno. Una grafica eccellente dal punto di vista tecnico ma comunque brutta da vedere, dai toni freddi e ambientazioni ripetute.

Gameplay

Le meccaniche e le fondamenta di base del gioco

70

Tecnica

La grafica dal punto di vista tecnico

90

Arte

La direzione artistica, la storia e le musiche.

82

Offerta

Longevità e il valore del gioco

60

Non conosci il sistema di valutazione? Scopri il significato dei quattro voti leggendo qui!
svg icone