recensione

No Place Like Home

Un farming simulator che sembra provenire dal marketplace di Facebook più che da Steam: No Place Like Home, un titolo carino ma problematico.

Commento Finale

No Place Like Home è un gioco che può generare piacere solo per chi è affetto da disturbo ossessivo compulsivo da ordine. Adatto per chi non tollera vedere pile di immondizia, seppur virtuali, e prova gioia nel perdere ore a raccoglierle. Per altri che cercano un gioco rilassante sulla gestione di una fattoria, sicuramente esistono prodotti migliori. Anche per gli amanti della ripetizione, No Place Like Home è afflitto da uno stile mediocre e anonimo, meccaniche di gioco mal implementate e, più in generale, da una pessima progettazione.

Gameplay

Le meccaniche e le fondamenta di base del gioco

40

Tecnica

La grafica dal punto di vista tecnico ed eventuali bug

40

Arte

La direzione artistica, la storia e le musiche.

60

Offerta

Longevità e il valore del gioco

70

Non conosci il sistema di valutazione? Scopri il significato dei quattro voti leggendo qui!
svg icone