Come mai ci sono i suoni nello spazio in Call of Duty: Infinite Warfare
notizie
notizia -

Come mai ci sono i suoni nello spazio in Call of Duty: Infinite Warfare

Durante un’intervista con PlayStation Blog, il senior art director di Call of Duty: Infinite Warfare Brian Horton ha spiegato perché nel gioco si sentono i suoni nello spazio.

Come ben sappiamo nello spazio il suono non si può propagare, non essendoci aria, pertanto guardando il video gameplay di questo E3 viene naturale chiedersi come mai si sentono i rumori di sparatorie ed esplosioni.

La risposta arriva da Brian Harton, membro del team Infinity Ward attualmente al lavoro sul nuovo Call of Duty, il quale ha spiegato il motivo per cui nel gioco è possibile sentire i suoni nel vuoto cosmico.

“L’assenza del suono sarebbe stata molto dannosa” ha spiegato nell’intervista “Devi sapere quando scoppia un’esplosione e quando arriva un proiettile in modo che tu possa reagire”.

Infinity Ward ci tiene molto a creare un gioco il più realistico possibile e pertanto ha trovato un soluzione fantascientifica plausibile (almeno secondo loro) per risolvere questo problema. La tuta che usiamo nel gioco è dotata di tecnologie specifiche per simulare il suono.

“Nel gioco, c’è un modo in cui la tuta può simulare i suoni e gli impatti tramite i fotoni cosicché si abbia un consapevolezza tattica dell’ambiente”. Spiega Horton “Abbiamo smorzato un po’ il suono, ma si sente a sufficienza affinché il giocatore possa godersi il gioco. Questa non è fantascienza, è abbastanza plausibile”. 

Call of Duty: Infinite Warfare

Durante l’intervento Horton ha anche parlato del problema di un gioco ambientato nello spazio relativo alla velocità di movimento tipico della serie. Infatti, in assenza di gravità i movimenti sono più lenti e meno precisi. Per ovviare a questo problema la soluzione è stata l’arpione, che potete vedere nel filmato, per permettere al giocatori di spostarsi velocemente sul campo di battaglia oppure usarlo per catturare i nemici verso di sé e ucciderli con una mossa corpo a corpo.

Horton ha emesso che questa nuova meccanica non è molto realistica (ma d’altronde Call of Duty ha avuto sempre uno stile arcade, il realismo è l’ultima cosa a cui penso).

“La meccanica dell’arpione è – per noi – spingere verso i limiti della fantascienza, ma è comunque possibile che qualcuno possa costruire un accessorio del genere”.

Harton ha spiegato che nonostante per lui sia fondamentale creare un videogioco fantascientifico credibile, la cosa più importante è far si che il gioco sia più divertente che realistico.

“Devi allungare e schiacciare e lavorare tenendo conto di cosa vuoi veramente dall’esperienza” ha detto Harton “Così, ci siamo presi qualche licenza scientifica – si tratta pur sempre di un prodotto commerciale, come un action movie – ma vogliamo assicurarci di non avere raggi laser e alieni”.

Call of Duty: Infinite Warfare, sviluppato da Infinity Ward, verrà rilasciato sul mercato il 4 novembre 2016 per PlayStation 4, Xbox One e PC.

scritto da Filippo Giacometti e pubblicato il giorno
FONTE

Condividi

articoli correlati



svg icone